vedi le news della stagione
 
 IN EVIDENZA
PR Group / Rientro al top per Pagnozzi, secondo al Matese
RIENTRO AL TOP PER PAGNOZZI, SECONDO AL MATESE
 
 


 RIENTRO AL TOP PER PAGNOZZI, SECONDO AL MATESE 
PR Group / Rientro al top per Pagnozzi, secondo al Matese
Il pilota di PR Group, affiancato dal fido Gino Abatecola, sfodera una prestazione di primo piano che gli frutta il secondo gradino del podio assoluto e primo di produzione.

Dolo (Ve), 26 Maggio 2016 – Il lungo periodo di stop che ha visto Nicola Pagnozzi rimanere lontano per molti mesi dall'abitacolo di una vettura da competizione sembra non avere arrugginito troppo il piede del pilota di PR Group.
Al quarto Rally del Matese, secondo Rally del Medio Volturno, il portacolori della scuderia veneziana si è reso autore di una prova maiuscola che gli è valsa la seconda piazza assoluta, alle spalle di Gianfico, nonché la prima tra le vetture di produzione ed in classe N4.
Un ritorno di fiamma per Pagnozzi che, alla guida di una Mitsubishi Lancer Evo IX, ha messo in chiaro le proprie carte sin dalla prima tornata sulla speciale di Marzanello nella serata del Sabato concludendo a 11”5 da Gianfico, quest'ultimo in gara con la sorella maggiore in versione R4.
L'indomani l'alfiere del sodalizio veneziano, che condivideva l'abitacolo con il buon Gino Abatecola, continuava a tallonare molto da vicino il leader provvisorio nonostante un mezzo che pagava nei suoi confronti.
Il sesto crono di giornata, la speciale di Gioia Sannitica – Termotetti, ha visto Pagnozzi siglare il miglior parziale a conferma di un ritrovato stato di forma che si traduce in una notevole iniezione di fiducia per il futuro.
Nell'ultima prova in programma il pilota della trazione integrale nipponica tirava saggiamente i remi in barca per dare inizio ai festeggiamenti visto l'ottimo risultato conquistato con l'obiettivo di poter continuare sulla via positiva qui tracciata.
 
 LA TARGA DEL CENTENARIO, IL CALVARIO DI ERBETTA 
PR Group / La Targa del centenario, il calvario di Erbetta
Il pilota di PR Group, in gara nell'ambito del campionato regionale, chiude con un secondo di classe che non cancella la sfortuna patita durante tutta la giornata.

Dolo (Ve), 11 Maggio 2016 – L'occasione era di quelle ghiotte per lasciare il segno nell'evento automobilistico più importante dell'anno ma i festeggiamenti per la Targa Florio numero 100 non hanno regalato a Domenico Erbetta la gioia sperata.
Sceso in campo per i colori della scuderia veneziana PR Group, alla guida di una Peugeot 207 Super 2000 nella gara valevole per il campionato regionale, con il chiaro intento di puntare al massimo risultato ha visto le proprie ambizioni ben presto ridimensionate già dal primo crono in programma che si snodava all'interno della città di Collesano.
Il cedimento del sistema idraulico che gestisce il freno a mano, a detta dello stesso Erbetta causato da un proprio errore, fa propendere il portacolori di PR Group per la scelta, poi rivelatasi fatale, di abbandonare la carovana per rientrare il giorno seguente con la formula del super rally.
Al Sabato le ostilità si aprono con una prima tornata sulle speciali di Lascari, Gratteri e Pollina ma la dea bendata decide di metterci lo zampino vestendo i panni di un guasto all'interfono che blocca le comunicazioni all'interno dell'abitacolo con il navigatore Alfredo Tarquinio.
Nonostante la guida forzata al buio Erbetta riesce a contenere i danni sull'ultima prova del giro chiudendo al sesto posto assoluto.
Nella classifica parziale di classe tutto sembra già deciso con il pilota di PR Group saldamente al secondo gradino del podio senza possibilità oggettiva di puntare alla vetta, mantenuta da Mollica su Abarth Grande Punto Super 2000, ma con un margine di tutta sicurezza sul diretto inseguitore Mirabile su Skoda Fabia Super 2000.
Sostituita la centralina durante la service area di metà giornata i concorrenti si avviano verso la ripetizione di Lascari, Gratteri e Pollina con un Erbetta che aumenta il proprio ritmo infilando un buon quinto tempo assoluto sulla prima.
L'ultimo impegno del secondo giro viene annullato causa l'arrivo della pioggia, per motivi di sicurezza, così il gruppone fa rientro verso il secondo ed ultimo parco assistenza prima di affrontare la prova di chiusura all'interno della città di Collesano.
Con meno di due chilometri al traguardo e con la classifica oramai congelata Erbetta decide di affrontare la speciale senza l'ausilio delle gomme da pioggia e conclude quindi la sua travagliata Targa Florio con un secondo posto in classe Super 2000 che di certo non può considerarsi soddisfacente.
Voci di corridoio prospettano una possibilità di riscatto al prossimo Rally del Salento dove Erbetta tornerà a condividere l'abitacolo con il fido Valerio Silvaggi.
 
 D'AGOSTINI INCANTA ALLA SECONDA AL BELLUNESE 
PR Group / D'Agostini incanta alla seconda al Bellunese
Nel classico appuntamento del Triveneto il pilota di PR Group domina la A6, siglando anche il nono assoluto, con la piccola Peugeot 106 alla sua seconda esperienza.

Dolo (Ve), 10 Maggio 2016 – Se il buongiorno si vede dal mattino dire che il futuro di Alex D'Agostini possa essere certamente roseo risulta quasi scontato. Il neo acquisto della scuderia veneziana PR Group ha letteralmente brillato alla sua seconda uscita assoluta, avvenuta lo scorso fine settimana in occasione del 31° Rally del Bellunese, andando a cogliere una schiacciante vittoria in classe A6, con il secondo classificato ad oltre 3', nonché il nono posto nella classifica generale mettendo in riga vetture ben più performanti sulla carta quali Renault Clio Super 1600, Subaru Impreza e Renault Clio R3.
Alla guida di una Peugeot 106 gruppo A il portacolori di PR Group si era già messo in luce, circa un mese fa, al Dolomiti Rally Day chiuso con la seconda posizione di classe ed il dodicesimo assoluto all'esordio affiancato, nell'occasione, da Matteo Magrin.
Al Bellunese a dettare le note a D'Agostini ci ha pensato Stefano Dall'Ò che, smessi temporaneamente i panni del pilota, ha condotto il proprio compagno di avventura ad una prestazione di primo livello su prove speciali molto tecniche ed insidiose.
Pronti via e sul primo impegno di giornata a Lentiai l'alfiere del sodalizio veneziano rifila oltre 20” a Baltieri, su vettura gemella, in poco più di sette chilometri mettendo in chiaro le proprie ambizioni.
Alla prima service area, nonostante qualche noia all'elettronica, la lotta si rivela già chiusa con D'Agostini a comandare le operazioni in classe A6 con un margine che sfiora il minuto.
Nella seconda tornata la musica non cambia e la Peugeot 106 gruppo A griffata PR Group continua a martellare successi a ripetizione risalendo sino alla decima posizione assoluta.
L'ultimo passaggio sulle tre speciali di Lentiai, Trichiana e Valmorel vede il pilota della trazione anteriore francese allontanarsi dalla top ten ma grazie ad un colpo di reni sull'ultimo crono in programma lo stesso riesce ad agguantare la nona casella della generale.
Un piazzamento di indubbio prestigio valorizzato ancor di più dal fatto che il Bellunese ha confermato il talento di un pilota che potrà soltanto crescere.
Con il classico detto non c'è due senza tre è attesa la conferma di quanto sin qui dimostrato alla prossima uscita che, con molta probabilità, sarà in quel di Schio.
 
 UN MURETTO FERMA LA RIMONTA DI ERBETTA 
PR Group / Un muretto ferma la rimonta di Erbetta
Al Rally Città di Casarano, complice un avvio sfortunato, il pilota di PR Group si rende autore di una splendida cavalcata che si interrompe a due sole prove dal termine.

Dolo (Ve), 27 Aprile 2016 – Una partenza azzoppata e una furiosa rincorsa verso il vertice della classifica sembrano gli ingredienti perfetti per un risultato finale di primo livello ed invece Domenico Erbetta vede vanificarsi gli sforzi compiuti da una toccata contro un muretto che chiude i giochi.
Il Rally Città di Casarano numero ventitre regala quindi gioie e dolori alla scuderia PR Group che portava in gara, in quel Salento teatro di epiche sfide, il figlio d'arte alla guida di una Peugeot 207 Super 2000 condivisa per l'occasione con Michele De Cristofaro.
Che la dea bendata non sia dalla parte di Erbetta lo si intende sin dal primo tratto cronometrato del Sabato sera con l'arrivo della pioggia che lo costringe a mantenere i nervi saldi per non commettere facili errori a discapito della prestazione cronometrica.
Il giorno seguente il pilota della scuderia veneziana, in una sola speciale, recupera dalla trentasettesima posizione assoluta sino alla top ten dando il via ad una spettacolare rimonta.
Alla fine della seconda prova una foratura alla posteriore destra costringe l'equipaggio a sostituire la copertura danneggiata penalizzando quindi l'equilibrio della trazione integrale transalpina.
Nonostante tutto Erbetta continua a risalire, posizione dopo posizione, sino alla sesta assoluta, quarta di gruppo e seconda di classe sul secondo giro a Torre Vado.
La doccia fredda arriverà nella seguente Palombara dove un mix tra il fondo sporco ed un possibile errore del pilota porta la 207 ad impattare contro un muretto, con conseguente principio di incendio subito domato, che spegne ogni sogno di gloria sul penultimo impegno di giornata quando il vertice della classifica era ormai raggiunto.
Non c'è tempo per recriminare in quanto alle porte è giunto l'evento dell'anno, al quale Domenico Erbetta prenderà parte nuovamente con la Peugeot 207 Super 2000: l'edizione del centenario della Targa Florio in programma dal 5 all'8 di Maggio.
 
 UNA PIETRA FERMA IL LIBURNA DI CODATO 
PR Group / Una pietra ferma il Liburna di Codato
Il portacolori di PR Group si vede costretto al ritiro nell'ultimo atto del Raceday causa un impatto fatale sulla prima ripetizione della speciale di Ulignano.

Dolo (Ve), 21 Aprile 2016 – Il palcoscenico richiamava sapori di un rallysmo d'altri tempi, per palati sopraffini, così come l'elenco iscritti che vedeva nel produzione nomi di primo piano quali il sempreverde Bentivogli, Bruschetta, Perego e lo sloveno Peljhan solo per citarne alcuni.
PR Group si presentava al Liburna Ronde Terra, ultimo appuntamento del Challenge Raceday, con l'equipaggio composto da Mattia Codato e Andrea Tumaini della partita con una non più giovanissima Subaru Impreza Sti.
Dopo un primo assaggio sulla Serraspina il pilota della scuderia veneziana aumentava il ritmo sulla successiva Ulignano, recuperano un paio di posizioni in classifica, preparandosi alla ripetizione dei due tratti cronometrati con l'obiettivo di migliorarsi ulteriormente.
Il cronometro a Serraspina dava ragione a Codato, il cui parziale si abbassava di quasi dieci secondi ma nella seguente Ulignano le ambizioni si infrangevano contro una pietra che danneggiava l'anteriore destra della trazione integrale nipponica senza diritto di replica.
 
 LA PUNTA NON SEGNA NELLA TERRA DI ARGIL 
PR Group / La punta non segna nella terra di Argil
Il capofila per i colori PR Group, Erbetta, si ritira causa problemi tecnici. Bene le seconde linee con De Salvia, terzo di classe e decimo assoluto, e Simone primo in A6.

Dolo (Ve), 20 Aprile 2016 – Weekend a mezzo servizio per PR Group che, al rientro dalla quarta edizione del Rally Terra di Argil, salva il bilancio della trasferta grazie alle belle prestazioni centrate dai propri portacolori nelle classi minori.
L'evento che si articolava nei comuni di Pofi, Ripi, e Torrice, in provincia di Frosinone, ha visto una lotta serrata tra la dea bendata, poi vincitrice, ed il buon Domenico Erbetta che ha dovuto alzare bandiera bianca dopo il quarto crono in programma causa una copiosa perdita d'olio alla propria Peugeot 207 Super 2000 che non gli ha dato scampo.
Davvero un peccato per la punta del plotoncino griffato PR Group, affiancato come di consueto da Valerio Silvaggi alle note, visto che nella prima tornata del Sabato la classifica lo vedeva al sesto posto assoluto nonché secondo tra le Super 2000.
Al via con una Renault Clio Super 1600 Ettore Maurizio De Salvia, coadiuvato da Michele De Cristofaro, ha condotto una gara in costante progresso che gli è valsa il terzo gradino del podio nella propria classe.
Un ritmo che migliorava speciale dopo speciale ha permesso inoltre al pilota della scuderia veneziana di risalire dal ventunesimo posto nella generale sino all'entrata nella top ten.
Tra le piccole e mai dome protagoniste della A6 l'unica Citroen Saxo gruppo A in gara, quella condotta da Biase Simone e Battista Giammasi, ha regalato a PR Group il solo alloro di giornata al termine di una lotta in una classe decimata dai ritiri, ben quattro sui sei partenti.
 
 MEDÈ SIGLA IL PODIO AL COLLI SCALIGERI 
PR Group / Medè sigla il podio al Colli Scaligeri
Nella prima edizione della neonata competizione veronese il portacolori di PR Group centra il terzo posto in classe ed il quinto assoluto. Bene Danese al rientro in gara.

Dolo (Ve), 23 Marzo 2016 – Le aspettative della vigilia erano notevoli e le stesse sono state ampiamente confermate dall'ottimo successo riscontrato sul campo dalla prima edizione del Rally dei Colli Scaligeri tenutosi lo scorso fine settimana in terra veronese.
PR Group si presenta al via della neonata manifestazione, che vede la cittadina di Montorio quale centro nevralgico, con due equipaggi con diversi obiettivi.
A distanza di quasi due anni dall'ultima apparizione al volante della Renault Clio Super 1600, a Scorzè nel 2014, Gimmy Medè si vede costretto ad utilizzare i primi chilometri di gara per riprendere confidenza con la grintosa trazione anteriore francese.
Affiancato, come da tradizione, da Tania Haianes Bertasini alle note il portacolori della scuderia veneziana stacca pronti via un ottimo quarto tempo assoluto a 1”3 da Fiocco, leader provvisorio della generale.
La trasferta di Medè riceve il primo scossone sul secondo impegno di giornata, la speciale di Magrano, dove un errore causato dall'evitare alcuni sassi presenti in traiettoria lo costringe ad incassare un pesante passivo che lo allontana dalla lotta per il vertice.
Nella seconda tornata di gara il pilota di PR Group aggancia e supera la Mitsubishi Lancer Evo IX di Soppa agguantando la quinta posizione nella classifica assoluta.
Sulla ripetizione di Magrano, in virtù del fuori programma di inizio giornata, Medè parte probabilmente troppo abbottonato ma riesce comunque a mantenere un passo costante che gli consente di festeggiare il terzo gradino del podio in classe Super 1600, il quarto in gruppo A ed il quinto nella generale.
Per l'altro equipaggio in gara per i colori PR Group, quello composto dal rientrante Luca Danese e dall'esperto Christian Cracco alle note, l'obiettivo dichiarato è stato rispettato.
Arrivando da precedenti stagioni vissute su poche gare spot con alterne fortune risulta chiaro che il ritmo non possa essere oggi a livello dei prim'attori ed è proprio con la volontà di rompere il ghiaccio che i due si sono presentati ai nastri di partenza del Rally dei Colli Scaligeri a bordo di una Renault Clio R3.
Il desiderio ed al tempo stesso la consapevolezza di entrambe di poter tornare ai livelli di un roseo passato sono alla base di un programma agonistico maggiormente strutturato, in fase di definizione, che li vedrà al via in varie occasioni in questo 2016.
 
 PR GROUP IN FORMA AL GRIFO 
PR Group / PR Group in forma al Grifo
Maddalosso, su Peugeot 106, è secondo di classe mentre Dall'Ò spegne le proprie ambizioni sulla prima ripetizione con una foratura che lo esclude dal podio.

Dolo (Ve), 16 Marzo 2016 – PR Group timbra il primo cartellino in Triveneto incassando un positivo secondo ed un quarto posto in occasione della recente Ronde del Grifo.
Ad aggiungere un altro trofeo nella bacheca della scuderia veneziana ci ha pensato Roberto Maddalosso che, in coppia con Loris Dalla Via, ha chiuso alle spalle di De Gasperi in classe K10 seppur con un distacco importante.
Autore di una gara regolare con l'evoluta versione kit car della consueta Peugeot 106 il portacolori di PR Group ha messo sul campo una costante progressione, sino al terzo impegno di giornata, lasciando intravvedere un futuro certamente roseo.
Il quarto posto in classe N2 va invece certamente stretto a Stefano Dall'Ò che, in una nutrita pattuglia di agguerriti concorrenti tra le piccole del produzione, meritava maggiore gloria per quanto dimostrato in gara.
Affiancato dal fido Matteo Magrin alle note il pilota della Peugeot 106 gruppo N apriva le danze staccando un favoloso secondo tempo di gruppo N, a soli sette decimi dalla più potente Renault Clio Rs di Salgaro, prendendo le redini del comando nella propria classe.
Nella seconda tornata una foratura gli sarà fatale con quasi 20” lasciati agli avversari e con i sogni di gloria che si scioglievano come neve al sole per via del protrarsi di noie alle coperture anche nel successivo tratto cronometrato.
Mantenendo alta la concentrazione ed il ritmo nell'ultimo giro arrivava un buon terzo tempo parziale di classe che purtroppo non consentiva all'equipaggio di PR Group di agguantare uno dei gradini del podio.
 
 PR GROUP INDOSSA LA MASCHERA DEL VINCITORE 
PR Group / PR Group indossa la maschera del vincitore
Nella lunga notte del Rally del Carnevale Fabrizio Paris, alla guida di una Peugeot 106 gruppo A, detta legge dominando la classe A6.

Dolo (Ve), 23 Febbraio 2016 – Uno degli appuntamenti più sentiti nel panorama rallistico toscano, palestra spesso usata da team di primo livello nazionale quale selettivo test per aprire la stagione, ha visto PR Group grande protagonista grazie ad una prestazione maiuscola di Fabrizio Paris.
Nella lunga notte del Rally del Carnevale, che in questa edizione festeggiava il trentacinquesimo compleanno, il portacolori della scuderia veneziana scendeva in campo con una Peugeot 106 gruppo A affiancato per l'occasione dall'esperienza di Silvia Mosena.
Nonostante la durezza della gara, con partenza da Viareggio quasi a mezzanotte per rientrarvi alle sette del mattino, e nonostante la ruggine accumulata dal lungo periodo di inattività Paris ha letteralmente sbaragliato il campo andando a dominare la classe A6 in tono perentorio.
Il primo degli inseguitori infatti, Angelo D'Arrigo in coppia con Elio Giannarini, ha incassato un passivo di quasi due minuti dal pilota del sodalizio veneto a conferma dell'indubbio valore di quest'ultimo.
 

 
   
     
 
P.R. Group s.r.l. Unipersonale
Sede legale e amministrativa: Via Vittorio Veneto 23/A - 30031 Dolo (Ve) - C.F. e P.Iva 04101500272
Iscritta al Registro delle Imprese di Venezia - Cap. Soc. € 10.000,00 i.v.